Latte ghiacciato

John Henry Twachtman - Frozen Brook (c.1893)
John Henry Twachtman – Frozen Brook (c.1893)

L’ultimo post dell’anno è una poesia invernale: poche strofe in cui c’è il ghiaccio, c’è la brina e ci sono persino le stelle (wow!).
Che se ne vada e sparisca, questo 2018 e speriamo in un 2019 sereno: per tutti.

Latte ghiacciato

Sul marciapiede una macchia, con bianche striature
di liquido rovesciato o di bagnato indecifrabile
si diramano stelle in ambo i sensi sull’asfalto
sembra latte ghiacciato, forse brina dicembrina rappresa
cerco di evitarla, non mi chiedo il perché di questa
mia azione, ma poi è calpestata ormai, la brina
di latte ghiacciato che supera il pensiero
che oltrepassa la volontà di delimitare
il raggio d’azione un raggio di sole che infine
scioglierà la macchia con scontata dolce efferatezza.

(Enea Roversi, 2018, dalla raccolta inedita Coleoptera)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...