Christian Tito, Ai nuovi nati

Antonio Donghi - Battesimo - 1930
Antonio Donghi – Battesimo (1930)

Che cosa prova un uomo nel momento in cui diventa padre? E nel periodo dell’attesa, quando sente la vita muoversi nella pancia della madre? Quali responsabilità lo attenderanno, dopo le emozioni iniziali?
Christian Tito prova a rispondere a queste domande nella plaquette intitolata Ai nuovi nati (Amici del Libro d’Artista – Circolo Culturale Seregn de la Memoria, 2016, edizione a tiratura limitata nella collana Fiori di torchio, a cura di Corrado Bagnoli e Piero Marelli), corredata da un’incisione dell’artista peruviano Alejandro Fernàndez Centeno.
Nei suoi versi Christian Tito si rivolge direttamente al figlio con la tensione del padre premuroso, ma anche con la serenità dell’uomo che ha fiducia nel futuro: Ti daranno infinite ragioni per piegarti / e tu non ti piegare, / basterà uno sguardo a certe facce / per sentire minacciata la tua fede, / ma tu credi, credi sempre figlio mio.
Il mondo che attende i nuovi nati è un percorso irto di difficoltà, ma il giovane padre si affida agli insegnamenti del passato: Così chiedo agli avi i futuri codici /per attraversarla senza perdere niente questa nostra vita / per mettere in mio figlio e in tutti i figli / una traccia di senso possibile, un amore, una passione. Si serve poi di quegli insegnamenti per trasmettere un messaggio di speranza: camminare a piccoli passi, ma camminare / dire poche parole, ma dirle / perché noi crediamo nella parola / e forse più in quella data / prima ancora che scritta.
Scrive Corrado Bagnoli nell’introduzione: “Queste poesie si dispongono come una piccola sceneggiatura dentro la quale il poeta si spende nell’unico vero compito della poesia: egli nomina la vita che viene, riconoscendola sacra per il solo fatto che c’è.”
La sacralità della vita, l’amore, il rispetto: ecco la materia di cui sono fatti i versi di questa breve raccolta. Sono cinque poesie intense, nelle quali i sentimenti vengono trattati con sensibilità (dote non così comune tra i poeti, ma che Christian Tito possiede di certo), con pudore e mai in modo stucchevole.
Il poeta non strizza l’occhio al lettore e non cerca neppure di provocare facili commozioni, ma fotografa con realismo e passione la realtà di essere genitore nel difficile mondo in cui viviamo.
È poeta sensibile Christian Tito (è vero,  l’ho già detto): conoscendolo di persona sono sicuro che è anche un buon padre.

Oggi diciassette febbraio dell’anno duemilaquindici
la terra ruota sotto le nostre suole
e mentre gira e tutti noi giriamo
sento il battito del mio secondo figlio

perso dentro quel ritmo penso al mio amico
che ha un tumore al di sotto del cranio

perso
penso
prego che tra non molto
mani di uomini esperti,
ma spero anche buoni,
estraggano la vita dal ventre di mia moglie
e la morte dal cervello del mio amico

lui di figli ne ha già due
e i padri buoni sono pochi.

 

Christian Tito, nato a Taranto nel 1975, vive a Milano dove lavora come farmacista. E’ poeta e film-maker, ha fondato con Nicola Sisci la società Piccole Cose e diretto con lui i cortometraggi Lo spirito del mare, Tu sei libero, La strada del bruco. Nel 2010 ha firmato da solo il corto USA l’America, resoconto visionario di un viaggio negli Stati Uniti. Nel 2012 realizza il cortometraggio di media durata I Lavoratori Vanno Ascoltati che si avvale anche delle poesie di Luigi Di Ruscio. Ha pubblicato le raccolte di poesia: Dell’essere umani (Manni, 2005) e Tutti questi ossicini nel piatto (Zona, 2010). In prosa Lettere dal mondo offeso (L’Arcolaio, 2014), un volume che raccoglie il carteggio con Luigi Di Ruscio. È tra i fondatori e redattori del blog di poesia e arte contemporanea Perìgeion.

copertina-ai-nuovi-nati

 

3 pensieri su “Christian Tito, Ai nuovi nati

    1. Grazie per il commento: se vuole approfondirne la conoscenza provi a leggere il romanzo epistolare “Lettere dal mondo offeso” in cui Tito ha raccolto la corrispondenza intrattenuta con il grande poeta Luigi Di Ruscio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...