Dedica ferragostana, con una lezione del grande Eduardo

Alle soglie del Ferragosto, vorrei dedicare un pensiero alla classe politica italiana che ha spinto il nostro paese sull’orlo del baratro e chiede al popolo nuovi (ma perchè poi nuovi?) sacrifici. A loro, ma non solo. Il mio pensiero va ai banchieri che hanno creato la crisi, l’hanno gonfiata fino a farla scoppiare ed ora vogliono farla pagare a noi. Alle classi dirigenti, agli affamatori di popoli, ai grandi evasori fiscali, ai signori delle guerre, a tutti i privilegiati di qualsiasi latitudine e longitudine. Vi auguro un sereno Ferragosto, con un pranzo pieno di succulente portate, perchè non è giusto che dobbiate fare rinunce proprio voi che non siete abituati a farne. Vi auguro che ci sia posto anche per l’anguria e che sia rossa, fresca e dolce come si deve, ma al momento di mangiarla vorrei che un semino, un piccolo, insignificante, ma stronzissimo semino vi possa andare di traverso. Per pochi secondi, per carità e senza conseguenze se non quella di farvi cagare sotto e di provare paura per un po’.  Che alla ripresa del respiro, a pericolo scampato,  possiate pensare, almeno per una volta, a quello che fate.  E  che possiate provare un po’ di paura per quello che succede nel mondo. Non temete: non ci saranno rivoluzioni qui da noi, al massimo qualche pernacchia. E se cominciassimo proprio da qui, dalla pernacchia, anzi: dal pernacchio? Quale esempio migliore del grande, indimenticabile Eduardo nei panni di Don Ersilio Miccio, dispensatore di saggezza?

Dal film L’oro di Napoli ì, diretto nel 1954 da un altro grande: Vittorio De Sica.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...